Asta 942

OPERE DELL'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

 

Attirare l'attenzione...

Attirare l’attenzione: il titolo dell’Arazzo verbo-visivo di Alighiero Boetti, che va all’incanto nell’asta 942 (che si snoda su quattro sezioni nei due week end di novembre), può essere una valida traccia per un tragitto tra gli incanti.
Cose intriganti in grado, davvero, di attirare l’attenzione dei collezionisti e dei cultori dell’arte contemporanea.
Di certo questo acccadrà per chi, da tempo, segue il lavoro di Aldo Mondino, un geniaccio che se lo metti vicino a Boetti crei un corto circuito di pensieri d’arte che fanno bene al cuore pensante oltre che agli occhi.
Cinque lotti "mondiniani" in asta, tutti d’epoca tosta, quella degli anni Settanta con una chicca degli anni Sessanta.
Il mondo d’immagini narrative di Mondino è rapportato al mondo letterario di Italo Calvino.
Beh.. nell’asta 942 c’è tanto Calvino sullo sfondo come mostra il bel lavoro di Giulio Paolini al lotto 198.
Una chicca centrata sulla "cornice" di un pensiero multiplo: rarefatti e pregiati gli incanti di Paolini premiato lo scorso anno in Giappone e posto nell’empireo degli Artisti Eletti.
Sempre nell’asta 942 anche una grafica di Paolini: occhio perché i multipli di Paolini, artista del pensiero multiplo, sono molto più di multipli.
Che dire, poi, a proposito di parole che si fanno universo dell’opera di Mark Tobey al lotto 90, la "Venice A" del 1962. Venezia nel titolo, Venezia nei riflessi informali nel Canal Grande di un gigante dell’arte mondiale.
Accanto al Tobey sembra chiamarsi, per suggestione e potenza pittorica, il lavoro di Rafael Canogar (lotto 319): un pezzo magistrale del 1962.
Tra i mondi altri che solo l’arte sa creare, l’asta 942 attira l’attenzione con un "Concetto spaziale-Teatrino nero" di Lucio Fontana, con il Mario Nigro (bello bello) del lotto 84 e con i Griffa più virtuosi, quelli degli arabeschi anni Ottanta e Novanta.
Chicche, vere chicche due lavori usciti dal caveau dell’astrattismo comasco: ovvero un lavoro di Aldo Galli e uno di Manlio Rho.
Se poi, tutto questo non basta, allora godiamoci la Papera Gialla, molto esistenzial-Pop, di Donald Baechler...


Dal 25 Novembre all'3 Dicembre 2023
Prima Sessione:
Sabato 25 Novembre 2023 dalle ore 14:00
Seconda Sessione:
Domenica 26 Novembre 2023 dalle ore 12:00
Terza Sessione:
Sabato 2 Dicembre 2023 dalle ore 14:00
Quarta Sessione:
Domenica 3 Dicembre 2023 dalle ore 12:00

Marco Laurini

Responsabile dipartimento Arte moderna e contemporanea
artemoderna@meetingart.it

Highlights dell'asta

Termine affidamento lotti: 25 Settembre 2023

 
Esposizione da Venerdì 17 Novembre 2023
Orario Esposizione:
- dal Martedì al Venerdì: 9,30/12,30 - 14,30/18,30
- Sabato e Domenica: 12,00/19,00
- Lunedì: CHIUSO

Le offerte possono essere effettuate secondo le seguenti modalità:
- telefonicamente allo 0161.2291 (con possibilità di essere richiamati)
- di persona presso Palazzo Meeting Art a Vercelli
- via fax allo 0161.229327
- via e-mail all’indirizzo offerte@meetingart.it
- attraverso il nostro sito www.meetingart.it

Le offerte in forma scritta (fax, e-mail) devono essere inviate almeno 5 ore prima dell’inizio della sessione d’Asta, nelle altre modalità le offerte possono essere inviate anche in tempo reale ad Asta iniziata.
Per partecipare all'asta dal web con la possibilità di inviare offerte in tempo reale occorre essere registrati e autenticarsi tramite username e password.
SE NON SEI REGISTRATO: tutte le info e i moduli per la registrazione sono disponibili a questo LINK.
Gli eventuali lotti invenduti delle prime sessioni rimangono a disposizione per possibili offerte nelle successive sessioni fino al termine dell’Asta.

LOCATIONS


HEADQUARTER: Corso Adda, 7 - 13100 Vercelli
tel. +39.0161.2291 - fax +39.0161.229327 - info@meetingart.it

SEDI


SEDE CENTRALE: Corso Adda, 7 - 13100 Vercelli
tel. +39.0161.2291 - fax +39.0161.229327 - info@meetingart.it